Risvolti importanti per il gioco d’azzardo

svolta nel gioco d'azzardo

Non vi è alcun dubbio che quando il Governo Monti ebbe a costituire la Segreteria Tecnica dell’Agenzia per l’Italia Digitale, che si occupava anche di casino online con postepay, non so quante persone ne furono contente. La digitalizzazione del nostro Paese sembrava ancora una cosa avveniristica e futuribile e qualcuno storse il naso. Ma tante cose sono cambiat,e sopratutto a livello di informatizzazione negli ambienti pubblici, a volte con risultati positivi ed a volte meno: molto probabilmente i cittadini non erano e non sono tanto “informatici” e qualche difficoltà si è presentata. Quindi, quando si parla di riforma della Pubblica Amministrazione si “ergono ancora le antenne” sulla testa di taluni, ma si è certi che tale riforma, che contrariamente a quella del gioco, sta avanzando con passi abbastanza da gigante, avrà importanti risvolti anche nei confronti del mercato del gioco d’azzardo pubblico.

Perché? Esclusivamente perché chi “gestisce la maggior parte del gioco come il blackjack gratis” è proprio un ente pubblico come l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha una presenza importante e determinante nel settore ed al quale “tutti gli addetti ai lavori del gioco” si rivolgono per le varie problematiche amministrative. Come per tutti gli altri cittadini, la riforma della Pubblica Amministrazione cambierà il rapporto tra l’ente e la cittadinanza e, senz’altro, lo riqualificherà migliorando i servizi offerti da una “macchina non più così lenta e farraginosa”, ma bene organizzata e moderna.

Per entrare nel merito del rapporto tra Pubblica Amministrazione e mondo gioco lecito bisogna ricordare che da tempo gli operatori del gioco online, sopratutto mobile, chiedono la diffusione della rete a banda ultra larga e quest’ultima misura è prevista proprio dall’Agenda Digitale. Quindi ci si chiede quali saranno le tempistiche e le modalità di realizzazione di questo “obbiettivo ludico” e che cosa gli operatori del gioco si devono aspettare da questa innovazione. Si spera, naturalmente, che l’obbiettivo del Governo sia quello di garantire una connettività di almeno 100 Mbps per l’85% degli italiani ed una copertura di almeno 30 Mbps in download per tutti, entro il 2020.

E questa darebbe la possibilità di usufruire delle nuove offerte di Internet e delle slot machine gratis, come lo streaming video ad alta definizione o la possibilità di visionare contenuti sempre più innovativi e ricchi di informazioni. Sono già partiti i primi bandi per la posa della fibra in sei regioni ed è stato presentato dal Misef il portale banda ultra larga attraverso cui i cittadini possono monitorare il livello di copertura di ogni comune o di ogni quartiere. Un passo avanti indicibile: è stata, inoltre, organizzata la proiezione per il 2018 che tiene conto degli investimenti annunciati dagli operatori, e quella per il 2020 che unisce le risorse pubbliche messe in campo nell’ambito del piano per le aree bianche denominato “Piano Banda Ultra larga dell’Italia”.

Quindi, gli operatori del mondo del gioco e dei videopoker gratis si devono attendere una seria infrastruttura di supporto per le attività attuali e, sopratutto, una sorta di volano per la pianificazione dei prossimi investimenti, sperando poi che tutto sia contornato anche dalla riforma del gioco lecito che tutti si attendono con ansia e che la Conferenza Unificata tarda a far “nascere” creando indubbiamente incertezza indicibile e poca tranquillità… per usare un eufemismo!